Stanchezza primaverile e la giusta dieta

Stanchezza primaverile e dieta corretta

Fatica in primavera

Molte persone soffrono di svogliatezza da marzo. Il corpo è ancora adattato all’inverno e sei stanco ed esausto. Oggi, una delle principali cause dell’affaticamento primaverile è il poco esercizio fisico e improprio.

I nostri corpi devono adattarsi

Durante le giornate invernali, il corpo produce più melatonina. Con l’arrivo della primavera, il corpo deve adattarsi a una maggiore quantità di luce solare, il che porta a una maggiore produzione di serotonina. Tali cambiamenti nel corpo non sempre procedono senza intoppi, ma sono spesso accompagnati da affaticamento, irrequietezza, vertigini, mal di testa e persino depressione.

Effetti della carenza di magnesio

I sintomi della stanchezza primaverile possono durare diverse settimane. Ma cosa puoi fare al riguardo? Puoi trascorrere più tempo all’aria aperta, fare esercizio regolarmente, bere abbastanza e mangiare molta frutta e verdura fresca. Quelli di noi che non consumano abbastanza verdure a foglia verde fresca, noci e semi possono essere carenti di magnesio. Durante la cottura, le verdure perdono molti minerali essenziali, il più importante dei quali è il magnesio. Il magnesio contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso e la sua carenza può portare a diminuzione della concentrazione, sensazioni di ansia, irrequietezza e nausea.

La soluzione: segui una dieta sana e dormi a sufficienza

Se stai mostrando segni di una carenza di magnesio nel tuo corpo, dovresti aumentare l’assunzione di cibi che contengono grandi quantità di questo prezioso minerale. Anche dormire a sufficienza è importante. Una corretta alimentazione e contribuiscono in modo significativo a consentire al corpo di riprendersi completamente.

Cibi per la stanchezza primaverile

  • Alcuni aminoacidi sono necessari per migliorare l’attività cerebrale: glicina, taurina, tirosina, prolina, acido gamma-aminobutirrico e acido glutammico. Qui giocano un ruolo importante i latticini, i frutti di mare, le uova, i cereali, la frutta, i frutti di bosco, le verdure e le erbe aromatiche.
  • Grandi quantità di aminoacidi sono contenute in carne di pollame, fegato, cartilagine animale, tendini e pesce.
  • I prodotti lattiero-caseari possono includere ricotta, latte (di vacca e di capra), panna acida, formaggio medio grasso.
  • Di frutti di mare, cozze, granchi, ostriche, alghe e calamari. sono adatti.
  • Di cereali: grano saraceno, avena, riso e tutti i tipi di cereali.
  • Anche frutta, bacche e verdure come banane, avocado, barbabietola, semi di zucca, sesamo, arachidi, mandorle, semi di soia, Spinaci e prezzemolo più freschi.
  • Per sconfiggere la depressione e il cattivo umore è necessario consumare alcuni alimenti essenziali come aringhe, sgombri, sardine, salmone, frutta e verdure colorate: barbabietole, peperoni, carote, mele, arance, mandarini, cachi e banane.
  • Brodo di pollo, cavoli, tutti i tipi di noci it, cacao e cioccolato, formaggio, grano saraceno e .
  • Avocado e papaia, pasta e farina d’avena, pane integrale, noci, tè (menta, piccole quantità di tè nero), alimenti arricchiti di magnesio come semi di zucca , patate, verdure Verdure, semi di senape, fagioli, alghe, miglio, grano saraceno e avena possono ridurre lo stress e migliorare la concentrazione.
  • L’assunzione di carboidrati è importante per aumentare la funzione cerebrale. Si trova nell’uva, nelle fragole, nei lamponi, nelle ciliegie e nei cocomeri; in zucche, cavoli bianchi, carote, patate, cereali e piante di cereali.

Prestare attenzione a una dieta sana

Quindi dovresti esaminarli in modo critico. Il menu contiene abbastanza frutta e verdura fresca? Oppure consumi principalmente grassi e carboidrati? L’equilibrio è alla base di tutto nel mondo, compresa una buona alimentazione. La vitamina C, che si trova in abbondanza negli agrumi, kiwi, peperoni e crauti, svolge un ruolo importante. Si consiglia di mangiare più spesso e in piccole porzioni in modo che in primo luogo non si verifichino carboidrati malsani. Inoltre, il cibo dovrebbe essere facilmente digeribile in modo che il corpo non debba sforzarsi per digerirlo. La stagione invernale/primaverile non è il momento migliore per iniziare una dieta rigorosa (anche se molte persone seguono una dieta in questo momento). Quindi, si dovrebbe riconsiderare la propria dieta e apportare alcune modifiche, piuttosto che escludere cibi importanti dalla propria dieta. Altrettanto importante è il numero dei pasti: né i bambini né gli adulti dovrebbero mangiare non meno di tre volte al giorno. Il regime ideale (compresi gli spuntini) è di 4-5 pasti al giorno.